Network fatture false, denunce a Biella

Avevano messo in piedi un giro di fatture false relative ad operazioni inesistenti per un ammontare di tre milioni di euro. La Guardia di finanza di Biella ha denunciato 11 titolari di aziende operanti nel settore del commercio di imballaggi in legno (pallets). La rete di imprese "cartiere" scoperta dai militari era estesa fra le province di Biella, Milano, Torino, Brescia, Como e Pavia e vedeva al centro un'azienda biellese: l'obiettivo del network era calmierare i ricavi derivanti dalle vendite. Il periodo dei controlli dalle fiamme gialle va dal 2013 al 2016. Al titolare della ditta incriminata sono stati contestati 3 milioni di costi derivanti da operazioni inesistenti e quindi non deducibili, e un'iva evasa pari a circa 400 mila euro. Il meccanismo delle fatture false, sottolineano dal comando di via Addis Abeba, potrebbe essere attuato non solo per evadere il fisco, ma anche per riciclare pallets rubati, contraffatti o addirittura impiegati per lo smaltimento illegale di rifiuti speciali.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Boccioleto

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...